Bonifico bancario – La Guida Completa

Un bonifico bancario è un’operazione che permette di trasferire una somma di denaro da un ordinante ad una beneficiario; chi provvede al trasferimento dei fondi è la nostra banca, la quale trasmette la somma presso una banca controparte che  sua volta si impegna a depositare i denaro sul conto corrente del beneficiario.

é un’operazione utile per effettuare dei trasferimenti a distanza, e i soggetti che possono usufruirne possono essere persone fisiche o giuridiche. Il bello del bonifico è che stando comodamente seduto davanti al tuo pc, puoi inviare somme di denaro al costo  di 1 o 2 euro, o addirittura gratis come permettono le banche online.

Per eseguire bonifici bancari bisogna essere cliente della banca?

La risposta è NO. Infatti l’operazione è fattibile anche per coloro i quali non hanno un conto corrente con la banca in esame. La somma del bonifico può essere pagata in contanti dall’ordinante, ma ci sono alcuni svantaggi. Le banche forniscono corsie preferenziali ai propri clienti offrendo per esempio costi di gestione dell’operazione minori.

Come si fa un bonifico

Puoi effettuare un bonifico tramite un conto corrente, ma puoi anche farlo portando o ritirando il denaro direttamente allo sportello. Oggi la cosa più comoda è effettuare il bonifico online, dal momento che quasi tutte le banche offrono questo servizio.

Questi sono i dati che ti verranno richiesti per eseguire un bonifico:

  • I dati personali del soggetto ordinante e cioè nome, cognome, indirizzo della residenza, numero della carta d’identità o della patente di guida
  • I dati personali del soggetto che beneficia del trasferimento di denaro
  • I dati bancari del soggetto beneficiario e cioè il codice IBAN (un codice di 27 cifre che unisce in un solo codice tutte le coordinate bancarie CIN, ABI, CAB e numero di conto) e il numero di conto corrente.
  • Il codice BIC (Bank Identifier Code) chiamato anche SWIFT (Worldwide Interbank Financial Telecommunication) che è necessario solo per bonifici internazionali e serve ad identificare la banca del beneficiario
  • La causale, ovvero la motivazione che spinge l’ordinante a eseguire l’operazione di bonifico bancario

Tempi accredito bonifico bancario

Normalmente, una volta effettuata e completata l’operazione del bonifico bancario, la somma di denaro verrà accreditata sul conto corrente del beneficiario in un lasso di tempo che varia tra 2 e 4 (massimo 5) giorni feriali. I tempi variano comunque da istituto a istituto. Sarebbe bello vedere il tuo denaro immediatamente girato da un conto all’altro, ma dovrai avere un po’ di pazienza, e calcolare questi tempi di attesa quando fai pagamenti.

Per un bonifico online, i tempi di accredito variano da caso a caso. Se ad esempio il beneficiario è cliente della tua stessa filiale, potrà vedere il denaro già dopo un giorno.

Se è cliente della stessa banca ma di un’altra filiale, ci vorranno all’incirca due giorni; se invece le banche sono differenti, ci può impiegare fino a tre giorni di tempo.

Tempi di attesa dei diversi istituti di credito

Unicredit ha bisogno di quattro giorni lavorativi per accreditare un bonifico. In alcuni casi, come con la carta Genius rivolta ai giovani, i tempi sono dimezzati fino a due giorni.

Banca Intesa offre invece tempistiche decisamente migliori. Il tempo di accredito per un bonifico bancario è di due giorni lavorativi, anche quando il beneficiario ha il conto in un’altra banca. La banca dell’ordinante invierà il denaro e il giorno successivo sarà ricevuto dal beneficiario, il quale potrà vedere ed usufruire del suo denaro il giorno lavorativo seguente.

Quando scegli con quale banca aprire un conto, devi valutare con attenzione anche questo aspetto. È importante avere chiari i tempi di accredito bonifico bancario sul tuo conto prima di aprire un qualunque c/c.

Quanto costa un bonifico?

Il costo varia da istituto a istituto. Generalmente, le commissioni sono nell’ordine di un paio di euro; le banche online poi prevedono commissioni a volte addirittura nulle per un bonifico; Fineco ad esempio per l’Italia offre bonifici gratuiti, e ti caricherà di circa una decina di euro se effettuerai un bonifico estero. I costi di un bonifico estero sono infatti solitamente più elevati.

Un fattore che incide sul costo di un bonifico bancario è il fatto di essere correntista o no della banca dove si effettua l’operazione. Infatti molte banche danno corsie preferenziali ai propri correntisti, facendo pagare commissioni più basse. In alcuni casi il costo del bonifico bancario tra correntisti della stessa banca è gratuito. Alcuni istituti di credito maggiorano la commissione nel caso in cui il cliente chieda il servizio di “bonifico urgente”. Ti ricordiamo che nel caso in cui il bonifico sia periodico, le banche generalmente propongono costi quasi dimezzati rispetto alla tariffa normale.

Riassumendo il costo di un bonifico bancario nazionale può costare da un minimo di 1€ (bonifico bancario online) ad un massimo di circa 10€ (a volte anche più) per un bonifico allo sportello. Alcuni istituti di credito, addirittura, non fanno pagare la commissione per bonifici online che sono quindi gratis.

 

Bonifico bancario online

Si tratta in realtà di un classico bonifico, ma per farlo non sei obbligato ad uscire di casa o dall’ufficio. Basta avere un computer e la connessione internet per effettuare un bonifico online.

Collegandoti direttamente alla pagina web della tua banca, una volta effettuato l’accesso con le tue credenziali private (username e password), potrai velocemente fare un bonifico bancario online. Dovrai solo inserire: il nome e il codice IBAN del beneficiario, l’importo e la causale.

Vantaggi di un bonifico online

Molto semplice e intuitivo, inviare denaro utilizzando internet richiederà solo pochi minuti del tuo tempo. Ed è sicuramente questo uno dei più grandi vantaggi nel fare un bonifico online: invece di uscire e lasciare il divano, puoi tranquillamente spostare denaro al caldo di casa tua, senza doverti recare in banca.

Altro vantaggio è quello del risparmio. Salti per così dire gli intermediari, non vai in banca e non rubi prezioso tempo ai loro dipendenti. I tempi di gestione del bonifico online sono generalmente simili ai tempi del bonifico classico allo sportello.

Esempi pratici bonifici online

Prendiamo ad esempio la carta  “Genius One” dell’Unicredit. Se scegli di fare un bonifico allo sportello, spenderai 8.00€. Se invece lo fai autonomamente utilizzando internet, ti costerà solo 1.50€. Piccole somme ma, se sommate tutte a fine mese, fanno la differenza.  Ci sta una pizza nel fine settimana.

Altro esempio riguarda la Monte dei Paschi di Siena, con la carta “Conto Italiano per me”. Effettuare un bonifico allo sportello costa 4.50€. Farlo invece online costa 1.00€.

Svantaggi bonifico online

Gli svantaggi di fare un bonifico online si presentano nel caso abbiate scelto una banca poco seria, che non tutela come dovrebbe i dati dei propri clienti e che non utilizza ottimi strumenti di sicurezza.

Inoltre, c’è sempre la possibilità di commettere qualche errore durante il bonifico online, cosa che non accade quasi mai se ti rivolgi allo sportello della banca. In ogni caso sarà possibile bloccare il trasferimento entro qualche ora di tempo se ti accorgerai di aver commesso un errore.

Possiamo quindi dire che effettuare un bonifico online non solo ti semplifica le giornate evitandoti di perdere tempo nelle lunghe e noiose file in banca, ma ti permette di svolgere i tuoi affari in totale sicurezza!

Bonifico postale con Poste.it

Di recente, le Poste Italiane hanno deciso di offrire negli uffici postali anche servizi bancari e sono entrate nel mondo del banking online grazie alle nuove funzioni implementate sul sito ufficiale poste.it

Premesso ciò, possedendo un conto corrente postale denominato BancoPosta avrai la facoltà di trasferire denaro in due diverse modalità: tramite postagiro e tramite bonifico. La differenza sta nel fatto che mentre con il postagiro puoi trasferire fondi tra conti correnti postali, con il bonifico postale puoi inviare denaro ad un conto bancario.

Come eseguire l’operazione del bonifico postale

Ci sono due strade per completare un trasferimento di denaro verso conti bancari:

  • puoi recarti direttamente in un ufficio postale e consegnare allo sportello il modulo già compilato con tutti i dati necessari insieme alla somma di denaro in contanti o prelevata dal tuo conto postale
  • puoi effettuare il bonifico postale online. Vai al sito ufficiale delle Poste Italia poste.it e accedi alla sezione Home Banking. Per i più navigati, esiste l’opzione per eseguire bonifici postali anche da smartphone, a patto che tu possieda una sim PosteMobili da abbinare al conto corrente postale personale. La somma di denaro da trasferire sarà prelevata direttamente dal tuo conto corrente postale.

Dati necessari l’operazione di bonifico postale

I dati che bisogna conoscere sono gli stessi del bonifico bancario.

Per poter completare positivamente l’operazione di bonifico postale è necessario inserire nel modulo il codice IBAN e il numero del conto del destinatario.

Quanto costa il bonifico postale?

Dal sito ufficiale poste.it è possibile consultare una tabella che mostra i costi dei servizi bancari online. Il prezzo del bonifico postale verso conti italiani è pari a 1€, mentre per il bonifico postale estero è necessario consultare il foglio informativo operazioni estere. Il servizio bonifico online è attivo 24 ore su 24. Diversamente, se preferisci eseguire l’operazione direttamente allo sportello dovrai pagare una commissione di 2,5€.

Tempistica di accredito del bonifico postale

Generalmente la tempistica di attesa si attesta in due giorni feriali, massimo tre. Oltre, potrebbero esserci dei problemi nel ricevere la somma di denaro.

 

Bonifico PostePay

Parlare di Bonifico PostePay in realtà non è corretto. La PostePay, carta prepagata rilasciata in qualsiasi ufficio di Poste Italiane, non permette nè di effettuare nè di ricevere bonifici (di competenza prettamente bancaria).

L’unico modo per versare del denaro sulla carta prepagata PostePay è quella di effettuare una ricarica o, nel caso si necessiti di ricevere un pagamento, lasciare che sia una terza persona a farlo.

PostePay è a tutti gli effetti una carta di credito, riconoscibile dal fatto che possiede un numero di 16 cifre, di proprietà del circuito VISA Electron. Si rivela spesso la scelta migliore per coloro che non possiedono un conto corrente ma desiderano ugualmente effettuare delle transazioni.

Come ricaricare una carta PostePay

È possibile effettuare una ricarica Postepay online, senza quindi dover attendere ore in coda agli uffici postali. Prima di tutto è necessario collegarsi al sito internet di BancoPosta Clik.

Devi poi accedere all’account personale e, una volta che si apre la pagina interna, cliccare su “Ricarica PostePay” e poi “Addebito su BancoPosta Click”.

Adesso dovrai selezionare il metodo di pagamento (Visa, MasterCard, BancoPosta Clik) e inserire il numero della carta che vuoi ricaricare.

Per fare un Bonifico PostePay i tempi di attesa possono variare. Se hai appena ricevuto la carta prepagata e sei alla tua prima ricarica, i tempi potrebbero sfiorare la settimana lavorativa. Dalle prossime ricariche invece, i tempi medi di attesa saranno due giorni.

Per quanto riguarda i costi, PostePay offre delle tariffe vantaggiose. Effettuare un Bonifico Postepay costa solo 1 euro. Questo è vero sia quando ricarichi la tua o un’altra PostePay, sia nel caso devi effettuare un pagamento per contravvenzioni della Polizia Stradale, per un bollettino, per il Canone RAI o per il Bollo auto.

Per quanto riguarda invece le ricariche telefoniche, non sono previsti costi aggiuntivi. Per effettuare una ricarica telefonica con PostePay puoi scegliere tra due possibilità: andare allo sportello più vicino e utilizzare il BancoMat, oppure attraverso il tuo conto online.

Effettuare “bonifici” PostePay è facile e sicuro. Grazie al conto online, potrai anche abbattere i problemi di tempo!

Bonifico Europeo Sepa: Cos’è, tempi, costi

Il Bonifico Sepa è entrato in vigore a partire dal 1° febbraio 2014, diventando l’unico strumento di pagamento in euro valido per tutti i 31 Paesi che aderiscono all’Area Sepa.  Ne fanno parte i 15 Paesi dell’ Unione Europea che utilizzano l’euro: oltre all’Italia quindi anche Germania, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Spagna, Portogallo, Grecia, Belgio, Lussemburgo, Austria, Finlandia, Slovenia, Cipro e Malta, e i 12 Paesi dell’Unione Europea che utilizzano una valuta diversa dall’euro sul territorio nazionale ma accettano comunque pagamenti in euro (Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Svezia, Polonia, Ungheria, Danimarca, Estonia, Lettonia, Lituania, Bulgaria, Romania) più Svizzera, Liechtenstein Norvegia, Islanda.

Le caratteristiche dei bonifici SEPA

Con l’introduzione del Bonifico Sepa, sigla che sta per ‘Single Euro Payments Area’, automaticamente solo l’IBAN e il BIC (Bank Identifier Code) vengono assunti come codici identificativi da utilizzare quando si esegue un bonifico in euro verso nazioni dell’area Sepa. Dal 1° febbraio 2016 il BIC non sarà più obbligatorio.

Il Bonifico Sepa prevede un campo massimo di 35 caratteri nel quale bisogna riportare necessariamente il codice identificativo della banca di chi ordina il bonifico in modo da permettere al destinatario di verificare la corretta ricezione del pagamento presso la sua banca.

Regole bonifico unico europeo SEPA

In ambito SEPA si sono fissate delle regole e standard di qualità da rispettare per quanto riguarda l’operazione di bonifico unico europeo e cioè:

  • accessibilità semplificata e garantita della clientela in tutte le banche dell’area SEPA;
  • automatizzazione e maggiore velocità nell’effettuare operazioni bancarie come il bonifico SEPA
  • utilizzo esclusivo ed obbligatorio del codice IBAN e codice BIC o SWIFT per indicare un conto corrente bancario
  • valute di accredito e addebito standard
  • regole predefinite in situazioni di pagamenti respinti o restituiti

Il Sepa è quindi nato con l’obiettivo di permettere ai cittadini europei di effettuare pagamenti all’interno dell’area euro in condizioni di sicurezza identiche a quelle del loro singolo Paese, facendo in modo che ogni cliente possa accedere al proprio conto anche se si trova in uno Stato diverso da quello in cui vive normalmente. Ovviamente si applica soltanto ai pagamenti in euro e non in un’altra valuta.

In possesso dei requisiti ora indicati, la banca è in grado di effettuare il bonifico bancario inviando i denaro alla propria controparte, la quale li riceverà mediante accredito sul conto corrente negli ordinari tempi di disbrigo della transazione, oramai pari a uno o pochi giorni lavorativi. Di conseguenza, per ricevere un accredito mediante bonifico bancario, sarà sufficiente fornire all’ordinante il tuo nome e il tuo indirizzo, unitamente alla coordinata IBAN che identifica in maniera univoca il tuo conto corrente nel sistema interbancario.

Tempi e costi del bonifico SEPA

Sia i tempi che i costi del Bonifico Sepa dipendono dal singolo istituto bancario, anche se esistono delle norme generali che lo regolano. Il tempo massimo di esecuzione è stabilito in un giorno lavorativo successivo da quando viene effettuato l’ordine, e quindi la data di valuta sarà automatica. Inoltre il Bonifico Sepa ha lo stesso costo del bonifico effettuato verso la nazione di provenienza e, almeno in Italia, sia l’ordinante che il beneficiario si dividono le spese e le commissioni applicate dalla banca ordinante e da quella d’arrivo.

Bonifico internazionale

Oggi effettuare un bonifico internazionale è semplice come effettuarne uno da destinare ad una banca presente nei confini nazionali. I passi in avanti compiuti all’interno del sistema SWIFT e attraverso una maggiore omogeneità nelle procedure di lavorazione dei bonifici, hanno infatti reso più semplici ed economici i trasferimenti di denaro da e verso l’estero.

Ma se per effettuare un bonifico nazionale ti serve conoscere solamente il codice IBAN, per un bonifico internazionale non sarà sufficiente. È necessario che affianchi al codice IBAN il codice BIC, che sta per Bank Identifier Code (conosciuto anche come codice SWIFT), che identifica la banca a cui nel mondo.

Il codice è di solito formato da un numero di caratteri compreso tra 8 e 11 campi, che possono contenere sia numeri che lettere. Inoltre, nei bonifici internazionali è necessario – come d’altronde per le operazioni di carattere nazionale – inserire sia il nominativo del beneficiario (comprensivo di indirizzo e domicilio) che una causale giustificativa della transazione.

Cos’ è il codice CRO

Altra sigla ricorrente nel mondo dei bonifici è il codice CRO, che a differenza dei primi due non è un codice però necessario per effettuare l’operazione.

Il CRO (codice di riferimento dell’operazione) è infatti una sorta di “ricevuta” dell’effettuazione della transazione; è insomma un codice che attesta l’avvenuto trasferimento di denaro. Il CRO consente successivamente all’istituto di credito di rintracciare tale operazione all’interno del sistema interbancario.

Costo del bonifico estero o internazionale

La commissione del bonifico estero può variare in base alla nazione di appartenenza del beneficiario (unione europea UE o paesi extra europei), alla modalità di espletamento dell’operazione di bonifico estero (online o sportello), alla cifra in gioco e tutti i parametri già esposti prima.

Generalmente, il costo di un bonifico bancario estero si va da un minimo di 1,2€ ad un massimo di 10€ nel peggiore dei casi.

Normalmente la spesa può andare da un minimo di 3 euro ad un massimo di 7 euro, nel caso si tratti di un bonifico vero Paesi Sepa. Nel caso invece si tratti di bonifici verso zone extraeuropee ti troverai commissioni sia a carico dell’ordinante quanto del beneficiario. Ci sono varie opzioni: con la SHA è il beneficiario che sostiene le spese bancarie reclamate dalla banca estera, mentre a carico dell’ordinante italiano restano solo le commissioni previste dall’intermediario nazionale, di solito pari a 15 euro. Nei bonifici con opzione OUR  invece le commissioni previste dalla banca nazionale e dalla banca estera vengono interamente addebitate all’ordinante.

Considerando le tariffe delle più importanti banche italiane come Gruppo BNL, Banca Monte dei Paschi di Siena e Unicredit, la forbice tra commissione minima e commissione massima aumenta, e il costo di un bonifico estero può arrivare a costare nel peggiore dei casi anche 20€.

I tempi del bonifico estero

Normalmente un bonifico verso l’estero arriva in due o tre giorni lavorativi, anche se c’è sempre da valutare se il pagamento viene effettuato in euro oppure in valuta estera. Sette giorni sono comunque il limite di tempo massimo di attesa. In caso contrario, la banca può incorrere in multe se non dimostra di aver tardato per motivi realmente giustificati. La banca ordinante comunque può effettuare una serie di controlli ulteriori e chiedere verifiche nel caso non ritenga ‘pulita’ la provenienza del denaro. Questo ovviamente farà dilatare i tempi.

Leave a Reply